Una dinastia del vino

Un'eredità storica

Le origini vinicole della famiglia Grati risalgono all'inizio del 1900; fu Antonio Grati nel 1917 ad iniziare la produzione di vini e liquori, poi proseguita dai figli Federico e Giulio, fondatore, quest'ultimo, dell'attuale Azienda Vinicola Le Coste, perpetuata quindi dal figlio (omonimo del nonno) Antonio Grati, al quale subentra dal 1985 il figlio Giuliano, coadiuvato nella conduzione aziendale dal padre Antonio e dal suocero Vittorio Pandolfi, figlio del fondatore delle Cantine Pandolfi in Rufina.

L'azienda è situata all'interno del territorio del "Chianti Rufina", una zona collinare a microclima temperato, dove si produce un ottimo Chianti a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.).

Fiaschi toscani impagliati

Giuliano Grati

La biografia

Cesta di fiaschi di vino impagliati

Giuliano Grati fa parte delle commissioni di assaggio della Camera di Commercio di Firenze fin dalla loro costituzione nel 1984, che determinano l'idoneità dei Vini Chianti a fregiarsi della Denominazione di Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.) e della conseguente apposizione delle fascette di garanzia sui contenitori; fa parte delle commissioni di assaggio dei Consorzi del Vino Chianti e del Chianti Rufina ed ha conseguito di "Sommelier" dell'Associazione Italiana Sommelier (A.I.S.) nel 1982.

Share by: